giovedì 1 marzo 2012

Atac: commissione di inchiesta sui disagi del 1 marzo

(Adnkronos) - L'amministratore delegato di Atac, Carlo Tosti, ha disposto la costituzione di una commissione d'inchiesta per accertare con la massima chiarezza e velocita' le cause e le responsabilita' esterne e interne dei fatti accaduti questa mattina sulla linea Roma-Lido: dal blocco sui binari di un treno adibito alla manutenzione, che ha determinato la necessita' di procedere con i convogli a binario unico e a frequenza ridotta con intollerabili ritardi per l'utenza, al secondo blocco di un convoglio nei pressi della stazione San Paolo per mancanza di alimentazione elettrica, con altrettanti e ancor piu' gravi disagi per i passeggeri.

Una volta accertate le responsabilita', l'Amministratore delegato provvedera' ad adottare gli opportuni provvedimenti che avranno immediata efficacia disciplinare. Durante l'incontro gia' fissato presso la Regione Lazio con le associazioni dei consumatori, utenti e pendolari, Atac e Istituzioni illustreranno i programmi di potenziamento e sviluppo della linea. E' scaricabile sul sito internet www.atac.roma.it, sezione tempo reale, il modulo giustificativo per gli utenti che attesta l'avvenuto disservizio e l'entita' del ritardo. Atac si scusa con la clientela per i disagi subiti.


il nostro commento? la colpa è in primo luogo dell'aziensa all'estero avrebbe già dato le dimissioni

3 commenti:

  1. si....verranno tutti promossi.
    BASTA..Ritar..DI

    RispondiElimina
  2. Tempi e mezzi totalmente inadeguati e dovrei pure pagare l'abbonamento annuale con l'incremento di prezzo?

    Piuttosto faccio l'evasore, tanto in una anno non ho subito più di due controlli,ovvero 100 euro di multa ...molto meno dei 250 euro richiesti da giugno

    RispondiElimina
  3. TUTTE LE PERSONE CHE HANNO VISSUTO QUESTO INCUBO PREGO SCRIVERE A TUTTI DI COMPETENZA COME IO HO FATTO OGGI 2/3, PIU SIAMO A FARCI SENTIME MEGLIO E' X TUTTI, NON POSSIAMO SEMPRE SUBIRE LAMENTANDOCI SOLAMENTE, BISOGNA ANCHE AGIRE DI CONSEGUENZA.

    IL MIO RECLAMO LO HO INOLTRATO A:
    diritti@comune.roma.it; info@agenzia.roma.it; circos20@comune.roma.it; gianni@alemanno.it

    PURTROPPO AVREI VOLUTO RIPORTARE QUANTO DA ME SCRITTO MA QUESTO SPAZIO NON MI PERMETTE DI FARLO
    SALUTI

    RispondiElimina