venerdì 17 dicembre 2010

Ennesimo incidente

Questa notte, a causa della fatiscenza della linea aerea e del freddo glaciale, c'è stato l'ennesimo incidente. Un cavo ad alta tensione della linea aerea si è tranciato alle 2:30 della notte scorsa danneggiando il CAF fermo e stordendo la guardia giurata che lo sorvegliava durante la notte per evitare i soliti atti vandalici. La guardia fortunatamente è considerata fuori pericolo mentre altrettanto non può dirsi del CAF.
Dei soli 6 treni CAF che garantiscono un minimo il servizio della linea ben due sono ora fuori uso. A questo nei prossimi mesi si sommeranno le tensioni tra ATAC e sindacati acuite dagli ultimi fatti di cronaca...vedi parentopoli.

10 commenti:

  1. Come sempre ho dovuto ricorrere alla macchina per evitare di fare l'ennesimo ritardo in ufficio. Risultato? più di mezz'ora imbottigliato nel tunnel di Acilia per colpa di quello scienziato che ha progettato quest'opera non prevedendo che l'immissione di auto dall' ostiense avrebbe creato quel fastidiosissimo restringimento che blocca il traffico (era meglio quando c'era il semaforo)ed ennesimo ritardo in ufficio. Chi mi rimborsa i soldi spesi per il metrebus annuale quando non viene utilizzato, i soldi spesi per la benzina e le detrazioni in busta paga per i ritardi?
    Antonio M.

    RispondiElimina
  2. Mi chiedo: ma se l'incidente è avvenuto nella notte, è possibile che per la mattina seguente (questa mattina), NESSUNO, DICO NESSUNO dell'ATAC è riuscito ad organizzare un benché minimo servizio di navetta sostitutivo per tutti i passeggeri rimasti a terra????? Non trovo parole per esprimere la rabbia nei confronti di chi gestisce il trasporto pubblico, sono solo SCHIFATA per come siamo trattati noi utenti della Roma-Lido, sono 15 anni che utilizzo questa tratta e posso dire che adesso stiamo veramente toccando il fondo....impiegare una media di un'ora e mezza/due ore per arrivare al centro di Roma da Ostia è semplicemente vergognoso.

    RispondiElimina
  3. nevica... torneremo a casa?

    RispondiElimina
  4. Mooooolto strano che da quando sono iniziati i lavori sulla tratta è un susseguirsi di disservizi. I motivi non sempre sono comprensibili e a volte rimangono sconosciuti... inoltre è diminuito il numero delle corse verso Piramide in special modo la mattina tra le 7 e le 8 causando sovraffollamento e comprensibili malumori per i continui ritardi sul lavoro e a scuola.Vogliamo rimanere inermi e passivi? Perchè non organizzare una delegazione di pendolari e presentarci al Campidoglio?Sempre che Alemanno abbia il tempo ,tra una raccomandazione e l'altra,di ricevere i suoi cittadini.

    RispondiElimina
  5. Anche io come molti di voi sto vivendo infiniti disservizi! Inutile che vi racconti i dettagli perche abbiamo vissuto tutti la stessa cosa stamattina!
    Noi, o il presidente del comitato potrebbe, se non l'ha ancora fatto, contattare la Codacons, o qualche altra struttura a supporto dei consumatori, e' una cosa fattibile?
    Come si ci deve organizzare in casi come questi? Eventulamente sono disposta a collaborare fattivamente.

    RispondiElimina
  6. Vorrei che fosse tolto dal sito il sondaggio sulla puntualità dei treni. È fuorviante, poiché non tiene conto delle fasce orarie critiche, durante le quali ormai è chiaro che Atac non ce la fa gestire il servizio, ed è altrettanto chiaro che un ritardo di 10 minuti fa diventare il treno un carro bestiame. Chissene frega se alle 11 il treno passa in orario, dobbiamo pretendere che Atac sia in grado di gestire il servizio nel fasce critiche, se non è in grado lo dicesse ufficialmente e allora troveremo il modo per farci sentire in maniera efficace, denunciando presso le sedi competenti. Non possono invocare la forza maggiore come causa del disservizio, quando l'eccezione diventa la norma. Non facciamoci più prendere in giro.

    RispondiElimina
  7. Credo che sia giunta l’ora di rivolgerci direttamente a sindaco di Roma e alla presidente della regione Lazio i due massimi amministratori della linea Roma-Lido. Una lettera come la seguente:
    Sig.ra Presidente, Sig. Sindaco
    Le scriviamo a nome di molti dei pendolari della Ferrovia Roma-Lido che oramai da molti mesi, da anni mostra tutti i problemi dovuti alla mancata manutenzione e ai mancati investimenti promessi e mai mantenuti a partire dalle precedenti amministrazioni regionali e comunali. Quali sono i progetti della Sua amministrazione affinché finalmente la linea possa essere una vera linea metropolitana ? Non chiediamo tanto !!! chiediamo che funzioni anche con gli orari attuali, ma che funzioni ! che funzioni come una linea di una capitale europea. Siamo a conoscenza del fatto che il governo ha tagliato i fondi alle regioni e ai comuni per il trasporto pubblico, ma siamo anche a conoscenza che un servizio così non è un servizio.
    Ci risponderete probabilmente con i lavori iniziati poche settimane fa, certo è un primo intervento almeno per la sicurezza. Ma da un punto di vista funzionale le assicuro che la situazione è drammatica. A parte i 3 CAF, i convogli in servizio attualmente sono treni che erano sulla linea già dagli anni ‘70. Viaggiare così ogni mattina non è dignitoso per nessuno, neanche per chi amministra un comune e una regione come Voi. Già tre o quattro anni fa la società metro nella persona del Suo presidente aveva promesso di sostituire tutti i treni. Oggi la situazione è peggiorata, molto peggiorata. Permetteteci di consigliarVi due interventi prioritari: a) sostituzione di tutti i convogli, con più di 25 anni di servizio, con convogli con le stesse caratteristiche dei 3 CAF; b) installazione strumenti di comunicazione, come sulla linea B. es. operatore che comunica i problemi sulla linea, e segnalatore visuale “display” per la comunicazione dell’eventuale treno successivo. Questi due interventi migliorerebbero il servizio almeno del 50%.
    Vi garantiamo dopo quasi trent’anni questa ferrovia non è più degna di essere chiamata ferrovia della capitale, pensate all’immagine che diamo del nostro paese ai turisti che vengono a visitare gli scavi di Ostia Antica. Abbiamo scattato delle foto che sicuramente danno l’idea della situazione, se ritienete saremo lieti farvele recapitare. Meglio se una mattina senza preavviso sia Lei sig.ra Presidente, sia Lei sig. sindaco veniste per un viaggio tra le 07:45 e le 08:45 sulla linea delle umiliazioni, partendo da una stazione tra acilia e tor di valle. GRAZIE per la Vostra attenzione. SALUTI

    DAVIDE V.

    RispondiElimina
  8. Allucinante, ho appena telefonato al numero dell'Atac per sapere se domani riuscirò ad arrivare in ufficio o meno, e la loro risposta è stata "il guasto che si è verificato alla stazione di Magliana è stato risolto". Non sapevano assolutamente dell'incidente, del caf danneggiato e della guardia ferita! Alla mia domanda "a chi dovrei rivolgermi per sapere se domani risucirò ad arrivare a Roma?", l'operatore Atac mi ha risposto "non so nulla de questo incidente, non so cosa dirle". E io non ho più parole.

    RispondiElimina
  9. Ma non ci dobbiamo preoccupare, vedrete che GRAZIE AGLI 800 RACCOMANDATI ECCELLENTI ASSUNTI NEGLI ULTIMI 2 ANNI ALL'ATAC la situazione migliorera'...

    Grazie Alemanno per aver permesso a questo Bertucci di assumere questi 800 cervelloni per chiamata diretta, grazie di cuore...

    Andrea Rossi

    RispondiElimina
  10. Se qualcuno vuole davvero cercare di fare qualcosa, mi scriva pure
    maurizio.cancedda@libero.it

    RispondiElimina