mercoledì 3 novembre 2010

Lavori ponticello di Ostia Antica e Canale dei Pescatori

Per consentire interventi di manutenzione ordinaria sulla ferrovia Roma Lido dal prossimo 09 novembre 2010 verranno eseguiti le seguenti deviazioni:

  • Tratta Lido Centro - Cristoforo Colombo sarà chiusa tutti i giorni e per tutta la durata dei lavori (circa 3 mesi).
  • Tratta Acilia - Lido Centro chiusa dal lunedì al venerdì dalle ore 21:30 a fine servizio. Sabato e Domenica servizio regolare (durata circa 2 mesi).

Il servizio nelle tratte soppresse sarà garantito da bus navetta nella sola tratta Acilia - Lido Centro.

Il servizio da Porta S. Paolo (Piramide) ad Acilia rimarrà regolare.

12 commenti:

  1. La locandina la trovo poco esaustiva, laddove:
    1)la durata dei tempi di lavoro "3 mesi - 2 mesi)è anticipata da quella parolina "CIRCA"...fa tanto tremare. Sarebbe giusto comunicare con chiarezza a tutti gli utenti e soprattutto agli abbonati, quanto meno il tempo STIMATO dalla ditta appaltatrice dei lavori;
    2) il servizio navette bus effettua fermate nei "PRESSI" delle stazioni interdette. Sarebbe giusto comunicare con chiarezza a tutti gli utenti e soprattutto agli abbonati, la esatta UBICAZIONE della fermata ed anche la FREQUENZA.... Soprattutto spero abbiano pensato bene che una navetta bus per singola corsa è ben poca cosa.
    Alcune osservazioni:
    a) hanno previsto personale addetto a sopperire e/o prevenire ad eventuali criticità che si potessero presentare in caso di disordini pubblici legati ai potenziali disservizi che si andranno a creare?
    b) hanno previsto la possibilità di ricorrere al lavoro notturno per accorciare i tempi di lavoro?
    Per concludere, SPERIAMO BENE, speriamo di non essere abbandonati al disagio e che questo sia comunque ridotto al minimo senza assistere o vivere scene già vissute in precedenza. VEDI ALLUVIONE SU ROMA DEL 2008 e sospensione della tratta a causa smottamento terreno sulla ferrovia all'latezzadi ACILIA

    RispondiElimina
  2. ....e inoltre c'è da dire che NON sono state potenziate nemmeno le linee alternative come ad esempio lo 070 che collega Colombo con la metro B - EUR fermi che passando per l'Infernetto e in parte AXA, potrebbe alleggerire il flusso di pendolari verso Lido Centro. Per ora non mi sembra che il problema mobilità della zona sia stato SERIAMENTE considerato! Buona Fortuna a tutti!

    RispondiElimina
  3. Ma noi utenti non contiamo proprio niente?
    E' già da almeno un mese che ci sono regolari ritardi sulla linea per corse soppresse e, almeno alla stazione di ostia polare, non viene quasi mai dato nessun avviso. Viaggiamo già in condizioni disumane, non oso pensare cosa succederà.
    Ma noi passeggeri non possiamo proprio avere nessuna voce in capitolo?
    Personalmente posso solo ricordarmene alle prossime elezioni...

    RispondiElimina
  4. E' veramente scandaloso, corse saltate , metro piene e gente ammassata come animali. E il governo che fa? Chi rimborsa tutti coloro che puntalmente pagano l'abbonamento per non avere un servizio.....................NON CI SONO PAROLE questo è lo STATO ITALIANO ...

    RispondiElimina
  5. Ho mandato un suggerimento all'Atac che ho girato anche ad altri siti tra cui questo. Si tratta di far arrivare i treni a Stella Polare (a binario unico data la mancanza di scambi in quella stazione) almeno nelle ore di punta. Credo che più gente mi copia mandando la stessa proposta e più abbiamo possibilità di essere accontentati. L'indirizzo è: ufficio.stampa@atac.roma.it
    Massimo

    RispondiElimina
  6. Tu non lo sai, Massimo, ma è come se avessi chiesto a Lucy di andare sulla luna su un razzo costruito da lei. Su quel tratto a binario unico l'Atac si impicca, con la conseguenza che poi avremmo i treni ogni 15 minuti. Lo sapete che da oggi la frequenza minima è 10 minuti?

    RispondiElimina
  7. Oggi è stata una odissea prendere il treno per andare a lavorare. Era pieno di gente ed ad ogni stazione il solito problema delle porte che non riescono a chiusdersi per l'affolamento. Siamo solo al secondo giorno di lavori credo che non resisterò ancora molto. A voi come è andata? Non credete che sarà il caso di farci sentire? Fabio

    RispondiElimina
  8. Sul mio, transitato a Lido nord intorno alle 7,30, a Vitinia non è riuscito a salire nessuno. Ma il bello è venuto dopo con la B: gestione da terzo mondo.

    RispondiElimina
  9. Non si riesce a capire la frequenza e non mi sembra di trovare corrispondenza di orario nelle corse in partenza da Lido Centro. Suppongo che alcune corse siano sopperite o comunque che lo scambio porti a dei ritardi nella frequenza. Questo fa si che ad Acilia il vagone diventa un carro bestiame...tutti dentro...tutti stipati. Perchè alla stazione di Acilia non aggiungono una corsa in successione ad ogni nuovo arrivo da Lido? Vizzani, ma anche e soprattutto Alemanno...dove siete? L'eventuale rinnovato incarico o mandato BIS presso il Municipio va meritato...fatevi sentire dai vostri colleghi (Direttori, addetti ed impiegati) delle Aziende Municipali GRAZIE!!!

    RispondiElimina
  10. Roma-Lido: sempre più dura la vita dei pendolari!

    Semplicemente scandaloso, ma vergognosamente reale! Aumentano di anno in anno i pendolari della tormentata linea Roma-Lido: un popolo fatto di gente che ripiega sul litorale e fuori del Grande Raccordo Anulare di Roma per risolvere il problema casa, senza indebitarsi per tutta la vita! E ‘loro’ i palazzinari fanno affari d’oro: cementificano, tra un incendio e l’altro della tenuta di Castel Fusano, tutto ciò che c’è da edificare lungo la dorsale che collega la capitale al litorale laziale! Ma le infrastrutture non si adeguano alla crescita fuori misura della popolazione ivi residente, anzi peggiorano! Le strade sono sempre quelle, insufficienti, insicure e senza manutenzione, e il trasporto pubblico è rimasto fermo ai tempi di Benito Mussolini che quella linea per portare i romani al mare la volle così tanto! Tre stazioni, quelle di Stella Polare, Castelfusano e Cristoforo Colombo, resteranno chiuse a partire da ieri sino a metà febbraio del prossimo anno! Di fatto l’apertura del cantiere comporta la chiusura del tratto di ferrovia compreso tra Stella Polare e il capolinea di piazzale Colombo. Saranno così impraticabili le tre stazioni che ogni mattina vengono utilizzate da centinaia di pendolari e studenti provenienti dall’Infernetto, Casalpalocco e Torvaianica. Migliaia di utenti saranno costretti ogni giorno, per tre mesi almeno, a salire e scendere dagli autobus che effettuano servizio sostitutivo da e per la stazione di Lido Centro, oppure a muoversi con i propri mezzi andando ad intasare ulteriormente le uniche due arterie stradali esistenti: la Via del Mare e la Cristoforo Colombo! Proteste e stupore tra molti dei passeggeri che non erano informati del cambio. Davanti alla stazione di ‘Cristoforo Colombo’, un cartello appeso alle grate chiuse, nelle altre stazioni addetti Atac che fanno volantinaggio! Si prospettano 90 giorni di pesanti disagi per gli utenti, che annunciano «clamorose forme di protesta». Sono 12 mila al giorno i pendolari, decisamente arrabbiati, che da martedì 9 novembre possono raggiungere la stazione Lido Centro soltanto attraverso uno strano giro. Lasciando cioè l’auto ai parcheggi delle tre fermate - che diventeranno off-limits per tre mesi - di Cristoforo Colombo, Castelfusano e Stella Polare e successivamente prendendo il bus speciale che li porterà, appunto, a Lido Centro: solo da qui, finalmente, potranno salire sul convoglio diretto a Magliana e Piramide. Uno incubo che durerà almeno 3 mesi, il tempo necessario all’Atac-Metro di ultimare i lavori necessari per ristrutturare il ponte ferroviario sul Canale dei Pescatori che, costruito nel 1957(!), e abbandonato al suo destino, ha seri problemi di stabilità e rischia di fare la stessa fine della Scuola Gladiatori di Pompei! Se avessero dato corso, dopo venti anni di promesse e spot pubblicitari, alla costruzione del ponte sullo stretto di Messina ci avrebbero messo sicuramente meno tempo!

    RispondiElimina
  11. tutti si lamentano sul treno ma a piramide nessuno chiede spiegazioni e se le chiedi ti mangiano la faccia. il servizio sta peggiorando e molto prima dell inizio dei lavori ma non si potrebbe fare sciopero noi? per attirare l attenzione del sindaco potremo mettere su qualcosa di teatrale.... sui binari magari. Manu casal bernocchi

    RispondiElimina
  12. E' veramente vergognoso che in una "ROMA CAPITALE".... una fascia di utenti - per la maggior parte abbonata - sia costretta a viaggiare in questi carri bestiame, senza nemmeno una comunicazione o scuse per i disagi sopportati Ma che fine hanno fatto le tanto decantate frecce del mare? non si trattava solo di Orinaria manutenzione? sono due mesi che mancano all'appello.

    RispondiElimina