martedì 21 dicembre 2010

Agevolazioni Met.Ro. - Atac per gli under 25

Aperta la campagna per i titoli di viaggio gratuiti destinati agli “Under 25”.
Per beneficiare delle agevolazioni è necessario che gli utenti ,in possesso dei requisiti richiesti, si registrino al portale della Regione Lazio sul SISET alla voce "Richiesta per il 2011".

venerdì 17 dicembre 2010

Ennesimo incidente

Questa notte, a causa della fatiscenza della linea aerea e del freddo glaciale, c'è stato l'ennesimo incidente. Un cavo ad alta tensione della linea aerea si è tranciato alle 2:30 della notte scorsa danneggiando il CAF fermo e stordendo la guardia giurata che lo sorvegliava durante la notte per evitare i soliti atti vandalici. La guardia fortunatamente è considerata fuori pericolo mentre altrettanto non può dirsi del CAF.
Dei soli 6 treni CAF che garantiscono un minimo il servizio della linea ben due sono ora fuori uso. A questo nei prossimi mesi si sommeranno le tensioni tra ATAC e sindacati acuite dagli ultimi fatti di cronaca...vedi parentopoli.

giovedì 9 dicembre 2010

Un viaggio allucinante

Oggi 9/12/2010 la Roma-Lido ha toccato il fondo.Ritardi mostruosi che hanno sfinito la gente e fatto saltare un tappo che si reggeva per miracolo.Il presentimento che qualcosa di grosso stava scucendo è stata la partenza per Roma sul binario 2 anziché 1 senza spiegazioni o avvisi. Il salto di 3 corse importanti con il concentramento di tutti su quella delle 7.50 partita alle 8.05.
L'arrivo alle altre stazioni cariche di gente che chiedeva una sola cosa....andare a lavoro.
Ora basta siamo stufi e stanchi del disservizio, ci possono chiedere tutto ma non di essere trattati come bestie.
Paghiamo il biglietto,l'abbonamento e pretendiamo il servizio.
Il comitato sta studiando la risposta ed un incontro potrebbe essere interessante.


Inviato da iPhone

martedì 30 novembre 2010

domenica 28 novembre 2010

Martedì 30 novembre sciopero di 4 ore per bus e metrò

Per martedì prossimo, 30 novembre, il Coordinamento macchinisti metro Roma ha indetto uno sciopero di quattro ore, dalle 11 alle 15, in Atac. La protesta potrà avere ripercussioni sul servizio di bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Al termine dello sciopero, i mezzi eventualmente coinvolti riprenderanno servizio solo dopo i tempi necessari per raggiungere, dai depositi, i capolinea di assegnazione.


LA PROTESTA NON INTERESSERA’ LE LINEE DELLA ROMA TPL
La protesta di martedì non interesserà il consorzio Roma Tpl, che gestisce 73 linee di bus della periferia: C1, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 044, 051, 053, 056, 057, 059, 077, 078, 088, 146, 213, 218, 220, 222, 232, 314, 343, 344, 404, 437, 444, 447, 449, 502, 503, 511, 543, 546, 552, 554, 557, 657, 663, 701, 702, 763, 764, 767, 768, 771, 775, 777, 778, 808, 881, 889, 892, 907, 912, 982, 983, 984, 985, 992, 997 e 998.

giovedì 18 novembre 2010

Dettagli sui lavori pe i mezzi sostituivi

Sono iniziati i lavori di manutenzione straordinaria di ponte Canale Primario e del viadotto del Canale dei Pescatori, impianti situati lungo la linea ferroviaria della Regione Lazio Roma-Lido, nella tratta Stella Polare – Castelfusano gestita dall’Atac.

Per lasciare spazio ai lavori,il tratto tra la stazione di Lido Centro e il capolinea di Cristoforo Colombo sarà chiuso tutti i giorni e per tutta la durata del servizio sino a metà febbraio. Al posto dei treni in strada bus navetta. Di sera, dal lunedì al venerdì, sarà chiusa anche la tratta Acilia – Lido Centro, per un tempo previsto di due mesi. Anche in questo caso, il servizio sarà comunque garantito da bus navetta.

NOVITA' PER GLI ORARI DEL SERVIZIO FERROVIARIO:
Tra le novità, nei feriali la prima corsa dai capolinea di Porta San Paolo e Lido Centro è stata anticipata alle 5,15. A tal proposito, per consentire ai viaggiatori di usufruire della prima partenza alle ore 5,15 dalla stazione Lido Centro, da giovedì 11 novembre sulle linee 01 - 05 - 05 Barrato - alle prime partenzesono stateaggiunte partenze anticipate con la seguente modalità:

- 01 (linea circolare) partenza da Lido Centro alle 4,45
- 05 da via Baffigo partenza ore 5
- 05 da via Mar Rosso partenza ore 5
- 05Barrato partenza da via delle Ebridi ore 4,55
- 05Barrato partenza da via Mar Rosso ore 5

Questigli altri dettagli orari del servizio ferroviario:
Dal lunedì al venerdì, l'ultimo treno utile da Lido Centro a Porta San Paolo è alle 21; l’ultimotreno utile da Piramide per Lido Centro è alle 21.15.
Dopo queste due corse, sulla Roma-Lido il servizio èsu treno tra Acilia e Porta San Paolo e su bus-navetta tra Acilia e Colombo.L’ultimo trenoda Roma verso Acilia parte alle 23.30 mentre quella da Acilia verso Roma parte alle 23,41.

Nei giorni festivi, la prima corsa della ferrovia da Piramide è alle 5.45 mentre la prima da Lido Centro è alle 5.30.

Il sabato, il servizio della Roma-Lido è attivo tra Piramide e Lido Centro tra le 5.15 e le 24 (prime e ultime partenze utili dai capolinea).

La domenica, il servizio termina alle 23.30 (ultime partenze utili dai capolinea).

lunedì 15 novembre 2010

TPL, AGENZIA MOBILITÀ: SCIOPERI, VENERDÌ A RISCHIO LINEE PERIFERICHE

Sospeso lo sciopero nazionale, nel settore del trasporto pubblico per venerdì prossimo, 19 novembre, restano però confermate delle poteste a livello locale che in città interesseranno esclusivamente la Roma Tpl, consorzio che gestisce 73 linee di bus periferiche. Lo comunica Roma servizi per la mobilità. In dettaglio, queste le proteste che venerdì coinvolgeranno la Roma Tpl: uno sciopero di ventiquattro ore, nel rispetto delle fasce di garanzia, indetto dai sindacati confederali Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti; una protesta di quattro ore, dalle 8,30 alle 12,30, proclamata dalla Faisa Cisal. Sempre venerdì, una delle società del consorzio Roma Tpl sarà coinvolta anche da un terzo sciopero, dalle 12 alle 16, indetto da Ugl e Sul. Queste le linee di bus coinvolte dagli scioperi di venerdì: C1, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 044, 051, 053, 056, 057, 059, 077, 078, 088, 146, 213, 218, 220, 222, 232, 314, 343, 344, 404, 437, 444, 447, 449, 502, 503, 511, 543, 546, 552, 554, 557, 657, 663, 701, 702, 763, 764, 767, 768, 771, 775, 777, 778, 808, 881, 889, 892, 907, 912, 982, 983, 984, 985, 992, 997 e 998. Su questi collegamenti, le corse saranno assicurate solo da inizio servizio e fino alle 8,30 e tra le 17 e le 20. Partenze a rischio, invece, tra le 8,30 e le 17 e poi dalle 20 a fine servizio. Nella notte tra giovedì e venerdì, non sarà assicurato il servizio delle linee notturne, i collegamenti bus identificati dalla lettera "n". Alla protesta potrebbero aderire anche ausiliari del traffico e personale ispettivo della Roma Tpl. Sempre venerdì, sarà invece regolare il servizio dei collegamenti gestiti da Atac: tutte le altre linee di bus della città, le linee di filobus e i collegamenti tranviari, le metropolitane e le ferrovie regionali Roma - Lido, Roma - Civitacastellana- Viterbo e Termini - Giardinetti. (omniroma.it)

venerdì 12 novembre 2010

Diretta su Roma Uno


In questo momento siamo in diretta su Roma Uno

giovedì 11 novembre 2010

Lavori sulla Roma-Lido, chiuse 3 stazioni Pendolari in rivolta : costerà ore di ritardi

ROMA - Lavori in corso: chiudono per 90 giorni tre stazioni della Roma-Lido. Pesanti disagi per gli utenti, che annunciano «clamorose forme di protesta». Saranno 12 mila al giorno i pendolari, decisamente arrabbiati, che da martedì 9 novembre dovranno raggiungere la stazione Lido Centro soltanto attraverso uno strano giro. Lasciando cioè l’auto ai parcheggi delle tre fermate - che diventeranno off-limits per tre mesi - di Cristoforo Colombo, Castelfusano e Stella Polare e successivamente prendendo il bus speciale che li porterà, appunto, a Lido Centro: solo da qui, finalmente, potranno salire sul convoglio diretto a Magliana e Piramide.
90 GIORNI SUL TORPEDONE - Uno incubo che durerà almeno 3 mesi, il tempo necessario all’Atac-Metro di ultimare i lavori necessari per ristrutturare il ponte ferroviario sul Canale dei Pescatori che, costruito nel 1957, ha seri problemi di stabilità. L’apertura del cantiere comporta la chiusura del tratto di ferrovia compreso tra Stella Polare e il capolinea di piazzale Colombo. Saranno così impraticabili le tre stazioni che ogni mattina vengono utilizzate da centinaia di pendolari e studenti provenienti dall’ Infernetto, Casalpalocco e Torvaianica.
ACILIA-OSTIA STOP DOPO LE 21 – Non solo. C’è pure un’altra tegola, quella della chiusura, dal lunedì al venerdì dopo le 21 e 30, del tratto di Roma-Lido compreso tra Acilia e Lido Centro. Un’interruzione, stavolta della durata di 60 giorni, dovuta ad un intervento di manutenzione straordinaria sulla massicciata. Per fronteggiare le due emergenze, Atac-Metro, assessorato capitolino alla mobilità e XIII municipio hanno preparato un piano di trasporti alternativo in stile «D-Day».
PULLMAN SCORTATI DALLA POLIZIA - A illustrarlo è l’assessore municipale Amerigo Olive: «Saranno 9 i bus che ogni giorno faranno la spola tra Cristoforo Colombo e Lido Centro, sostituendo il percorso ferroviario. Altre otto corriere saranno in servizio la sera, lungo la via del Mare da Acilia a Lido Centro». I pullmann avranno una specie di «scorta» predisposta dal comandante dei vigili urbani di Ostia Angelo Moretti che vuole «garantire la circolazione dei bus senza ritardi». Previsto anche un servizio di trasporto per disabili. Chiamando il numero 0646954161 sarà effettuato un prelievo al parcheggio della stazione di Ostia Antica, l’unica che risulta impraticabile, per via di un attraversamento pedonale sulla via del Mare sprovvisto di ascensore, per chi si sposta sulla sedia a rotelle.
ANSIA PER LA «PROVA GENERALE» - La preoccupazione per la «prova generale» del 9 novembre resta altissima. L’invito di Olive è quello di «continuare a muoversi senza cambiare le abitudini». Lasciando cioè le auto ai parcheggi di Colombo, Stella Polare e Castelporziano senza raggiungere direttamente la stazione Lido Centro che altrimenti «esploderebbe» per l’improvviso aumento di traffico e pendolari.
LA RABBIA DEI PENDOLARI - I viaggiatori sono furibondi. In questi giorni a bordo del trenino non si parla d’altro che dei temuti disagi. Soltanto giovedì 4 novembre Metro-Atac ha dato la comunicazione ufficiale dei disagi, distribuendo volantini all’ingresso della Roma-Lido e delle linee A e B della metro. «Siamo rimasti sinora senza informazioni, una vergogna», sbotta il presidente del comitato pendolari Andrea Angeletti. E sul blog «iltrenino. blogspot.com» – quello più cliccato dagli utenti del litorale, fioccano le reazioni di protesta. Qualcuno osserva: «Possibile che per rifare un ponticello si debbano chiudere tre stazioni?». Altri si preoccupano del fatto che il «bando prevede lavori della durata di un anno» e si chiedono «per quanto tempo dovremo realmente prendere il bus».
Fonte: Il Corriere Della Sera di A. Fulloni

mercoledì 3 novembre 2010

Lavori ponticello di Ostia Antica e Canale dei Pescatori

Per consentire interventi di manutenzione ordinaria sulla ferrovia Roma Lido dal prossimo 09 novembre 2010 verranno eseguiti le seguenti deviazioni:

  • Tratta Lido Centro - Cristoforo Colombo sarà chiusa tutti i giorni e per tutta la durata dei lavori (circa 3 mesi).
  • Tratta Acilia - Lido Centro chiusa dal lunedì al venerdì dalle ore 21:30 a fine servizio. Sabato e Domenica servizio regolare (durata circa 2 mesi).

Il servizio nelle tratte soppresse sarà garantito da bus navetta nella sola tratta Acilia - Lido Centro.

Il servizio da Porta S. Paolo (Piramide) ad Acilia rimarrà regolare.

mercoledì 20 ottobre 2010

Capolinea Lido Centro - anno da incubo

Per la gran parte dei pendolari della Roma-Lido si profila un anno da incubo.
Stanno per partire i lavori di ristrutturazione del ponte ferroviario sul Canale dei Pescatori e la linea, per dodici mesi, sarà interrotta alla stazione Lido Centro.Il 4 ottobre l’Atac-Metro, che gestisce la storica ferrovia i collegamento tra la città ed i quartieri costieri, ha consegnato il cantiere alla “Ca.Ri.” di Roma, l’impresa aggiudicatrice dei lavori di manutenzione straordinaria del viadotto ferroviario sul Canale dei Pescatori. Costruito nel 1957, quel ponte ha problemi seri di stabilità e l’opera, più volte programmata, non è più rinviabile per ragioni di sicurezza.
La durata dell’intervento, il cui costo a base d’asta è di 867 mila euro, è fissata in 365 giorni e per tutto questo tempo la ferrovia sarà interrotta da Lido Centro sino al capolinea. Tutti i passeggeri, dunque, dovranno fare a meno delle fermate Colombo, Castel Fusano e Stella Polare. «La tratta interrotta sarà servita da bus navetta», si limita a annunciare l’azienda confermando che i lavori «inizieranno a breve».
Per i pendolari è iniziato il count-down. La data d’inizio dello strazio sarebbe a cavallo tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre ma, spiegano sempre dall’Atac-Metro, «nel dettaglio non possiamo fornire indicazioni precise perché i tavoli tecnici convocati stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli che verranno comunicati ufficialmente a breve e in modo esaustivo alla stampa».Intanto, in questa nebbia di carenza d’informazioni, tenta di vederci chiaro anche l’assessore comunale alla Mobilità e Trasporti, Sergio Marchi, che per dopodomani ha convocato i vertici aziendali per conoscere il dettaglio del piano studiato per arrecare il meno possibile disagi ai 110 mila passeggeri che ogni giorno usano la Roma-Lido. «L’obiettivo dell’incontro spiega Marchi è quello di accertarsi se tutto è stato fatto per informare e collegare con le opportune forme alternative il tratto di linea che sarà interrotto».La preoccupazione è notevole. I viaggiatori che usano solitamente le stazioni di Colombo (molti dei quali provenienti da Torvaianica, Infernetto e Casalpalocco), di Castel Fusano e di Stella Polare, nel caso in cui i bus-navetta non risultassero sufficientemente frequenti e numerosi, potrebbero optare per l’uso della propria auto. In quella circostanza, potrebbero raggiungere Roma andando a intasare la già congestionata via Cristoforo Colombo oppure dare l’assalto ai già scarsi parcheggi di Lido Centro. Ed i danni per la città sarebbero pesantissimi. «Per non parlare poi aggiungono i sindacati balneari delle drammatiche ripercussioni sulla stagione turistica estiva».«Questa latitanza dell’azienda e delle istituzioni nelle informazioni verso i passeggeri tuona il presidente del comitato pendolari ”ilTrenino.info”, Andrea Angeletti è vergognosa. Riguardo alla durata dei lavori si potrebbe dimezzare se il ribasso d’asta del 42% potesse essere finalizzato all’apertura del cantiere anche di notte». Fonte Il Messaggero.

martedì 19 ottobre 2010

Sarà sospero lo sciopero del 21 e 22 ottobre prossimo

Sara' con ogni probabilita' sospeso dello sciopero del trasporto pubblico locale e ferroviario proclamato per il 21 e 22 ottobre. Secondo quanto apprende l'Agi i sindacati avrebbero ricevuto dal ministero dei Trasporti rassicurazioni in merito alla vertenza per la definizione e sottoscrizione del nuovo Ccnl della Mobilita'. L'agitazione era stata indetta da Filt-Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast proprio a sostegno del nuovo contratto. Le modalita' dello sciopero prevedevano uno stop delle attivita' ferroviarie dalle 21 del 21 ottobre alla stessa ora del 22 ottobre e di bus, metropolitane e tram per l'intera giornata del 22 ottobre secondo modalita' locali. (AGI)

mercoledì 29 settembre 2010

Sciopero rinviato al 22 ottobre 2010

Lo sciopero inizialmente indetto per il 1 ottobre 2010 è stato rinviato al 22 ottobre

martedì 28 settembre 2010

Venerdì 1 ottobre nuovo sciopero

Il primo ottobre, in città il servizio di trasporto pubblico sarà a rischio per uno sciopero, nazionale. Lagitazione coinvolgerà tutte le aziende capitoline dei trasporti: Atac, Roma Servizi per la Mobilità e Roma Tpl.
LE MODALITA DELLA PROTESTA:La protesta, di 24 ore, si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia. Le corse di bus, filobus, tram, metropolitane A e B e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo, saranno assicurate sino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. Inoltre, nella notte tra giovedì 30 settembre e venerdì 1 ottobre, non saranno garantite le corse delle linee di bus notturne, i 27 collegamenti identificati dalla lettera n.Possibili ripercussioni anche per i servizi al pubblico dellAgenzia Roma Servizi per la Mobilità.
BIGLIETTERIE:Allo sciopero di venerdì potranno aderire anche impiegati, addetti alle biglietterie, ausiliari del traffico e verificatori.

lunedì 27 settembre 2010

Orari Roma Lido

Gli orari della Roma Lido sono al seguente link: orari

lunedì 20 settembre 2010

Ritarde e corse saltate

Molti utenti ci segnalano da sabato scorso e per tutta la giornata di oggi corse saltate e ritardi accumulati. Riteniamo che il problema sia legato alla mancanza di mezzi dato che le Frecce del Mare non sono ancora rientrate in servizio a testimonianza che i problemi di "ordinaria manutenzione" erano sottostimati ... forse volutamente.

Riceviamo e pubblichiamo. Fastidiose vibrazioni

Gent. comitato,
vorrei rendervi partecipi del disagio che sto riscontrando da quando sono stati ritirati i convogli Freccia del Mare. Abito in via Francesco Suriano, una delle strade parallele al tratto ferroviario immediatamente successivo alla stazione di Casal Bernocchi.
Ho sempre riscontrato delle leggere vibrazioni al transito dei vecchi convogli, ma erano sopportabili data il ridotto numero di tali mezzi utilizzati sulla linea. Ma ora la situazione sta diventando difficile. La mia abitazione è nelle immediate vicinanze dei binari ed ogni convoglio non CAF provoca vibrazioni distintamente percepibili, con conseguente risveglio anche nelle prime ore del mattino ... e acutizzarsi delle crepe nello stabile. Ho inviato una comunicazione ad Atac in data 15 settembre chiedendo, ove nn sia previsto un immediato reintegro delle Frecce del Mare, almeno di ridurre la velocità di percorrenza in quel tratto. Ovviamente nn è cambiato niente ma sono da ritenersi troppo pochi 2 giorni per risolvere il problema ....Vista la vostra pregevole attività, Vorrei chiedervi cos'altro (di più incisivo) posso fare affinchè sia risolta questa situazione Vi ringrazio anticipatamente per il supporto.

mercoledì 15 settembre 2010

Venerdì 17 !!! sciopero TPL

Venerdì, 17 settembre, il consorzio Roma Tpl, che gestisce 74 linee di bus della periferia, sarà interessato da tre scioperi: due, rispettivamente di 8 e 24 ore, indetti dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti; uno, di 24 ore, proclamato dalla sigla sindacale Faisa Cisal.
Per le tre proteste, dunque, venerdì tra le 8,30 e le 17 e poi dalle 20 a fine servizio, non saranno garantite le corse delle linee: C1, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 036, 036, 037, 039, 040, 041, 044, 051, 053, 056, 057, 059, 077, 078, 088, 146, 213, 218, 220, 222, 232, 314, 343, 344, 404, 437, 444, 447, 449, 502, 503, 511, 543, 546, 552, 554, 557, 657, 663, 701, 702, 763, 764, 767, 768, 771, 775, 777, 778, 808, 881, 889, 892, 907, 912, 982, 983, 984, 985, 992, 997 e 998.
Inoltre, nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 non sarà garantito il servizio delle linee notturne, i collegamenti bus identificati dalla lettera “n”.
Servizio regolare per tutte le altre linee di bus della città, gestite da Atac, per i collegamenti tranviari, per le due linee del metrò e per le ferrovie Roma – Lido, Roma – Civitacastellana - Viterbo e Termini – Giardinetti, tutti collegamenti sempre gestiti da Atac.

giovedì 12 agosto 2010

Frecce del Mare, fermi undici treni

Giovedì 12 Agosto 2010

di GIULIO MANCINI
Roma-Lido, le “Frecce del Mare” sono state fermate. Da quasi tre settimane gli undici treni “rigenerati” dopo oltre vent’anni di servizio, sono spariti. E il servizio, a ritmo ridotto rispetto alla stagione invernale, è stato affidato a vecchi convogli rientrati in attività.E’ mistero sulla sorte di undici treni della storica ferrovia di collegamento tra la città ed i quartieri costieri. L’Atac-Metro, che gestisce la linea regionale, conferma il ritiro dei convogli dalla circolazione ed il loro invio nelle officine. L’azienda riferisce ufficialmente che si tratta di una «campagna di richiamo delle “Frecce del Mare” per un piano di manutenzione ordinaria». I rappresentanti sindacali ed il comitato dei pendolari, invece, lanciano sospetti: «se tutti i treni sono stati fatti rientrare contemporaneamente, è successo qualcosa di molto grave».«Nelle officine circolano voci inquietanti rivela Mario Chiatti, delegato Rsu della Cgil e per questo motivo con tutti i delegati sindacali stiamo predisponendo un fonogramma nel quale chiediamo che l’azienda ufficializzi per iscritto le ragioni di questo affrettato richiamo di tutti i convogli di quel modello. Vogliamo rassicurazioni sulla sicurezza del servizio». Tra le ipotesi che si fanno con insistenza tra gli operai della manutenzione c’è quella dell’individuazione di crinature in alcuni supporti d’acciaio sui quali poggiano le “casse” dei convogli. Lesioni che, se confermate, potrebbero comportare pericoli di eventuali cedimenti nelle vetture, anche in corsa.«Il servizio è sempre avvenuto in condizioni di sicurezza ribattono dall’Atac-Metro e quei treni avrebbero potuto circolare ancora a lungo. Si è deciso di anticipare il rientro per evitare di dover penalizzare la linea nei momenti di massima richiesta, quelli legati al pendolarismo invernale. Gli interventi di manutenzione sono stati affidati a società specializzate». Dall’Atac-Metro, però, non si è in grado di definire i tempi di restituzione delle “Frecce del Mare” ed il loro rientro in linea. «Verranno reinserite gradualmente», spiegano i dirigenti dell’azienda di trasporto pubblico. Nel frattempo opereranno 6 moderni Caf, 4 vecchissimi MA e 3 Fiat500 restituiti anche loro dopo un richiamo in officina.Sull’impiego delle “Frecce del Mare” sulla Roma-Lido la cronaca registra oltre un quinquennio di polemiche. Era il 2005, infatti, quando l’amministrazione regionale e quella comunale stabilirono congiuntamente di “rigenerare” per la linea del mare i convogli dismessi dalla Metro A. Benchè l’amministrazione regionale precedente avesse stanziato 120 milioni di euro per l’acquisto di 11 treni, si decise di dirottare la maggior parte di quei fondi ad altre ferrovie e di riconvertire per la Lido vetture vecchie di 25 anni con sulle spalle due-tre milioni di chilometri percorsi.E’ stato il comitato dei pendolari ”ilTrenino.info” a segnalare tutti i guasti di questa scelta. «Le “Frecce del Mare” sono sempre state inadeguate riassume Andrea Angeletti, presidente del comitato I primi sette treni consegnati sono più bassi di venti centimetri rispetto alla banchina. L’aria condizionata non è mai stata installata. Sono leggeri e vibrano su tutto il percorso. I posti a sedere sono pochi. Per non parlare, poi, dei continui guasti al sistema di chiusura delle porte». Era una “Freccia del Mare”, per esempio, quella deragliata il 9 marzo scorso con due feriti e la linea bloccata per un giorno intero. Ed era del medesimo modello il treno uscito fuori dai binari a Porta San Paolo il 31 gennaio di tre anni fa.
fonte Il Messaggero

Frecce del Mare. Tutte fuori. Manutenzione o rischio di cedimenti?

Ritirate le Frecce del Mare dal servizio.
L'azienda dice per ordinaria manutenzione (allora perchè tutte insieme? se ordinaria...si fa programmazione e si tolgono gradualmente mano mano che altre tornano dalla manutenzione).
Fonti interne riferiscono che la vera motivazione sarebbe la presenza di cricche ai supporti dei carrelli (Rappresentanza sindacale CGIL). Chiediamo chiarimenti ufficiali!

sabato 24 luglio 2010

Riattivato il servizio sulla Roma Lido

"Roma Lido: è stato riattivato, sia da Roma che dalla Stazione Ostia Colombo, il servizio della ferrovia Roma Lido, fermo dalla 15 circa per un inconveniente tecnico avvenuto nella stazione di Acilia. Il servizio si svolge a binario unico tra le stazioni di Vitinia ed Ostia Antica. Possibili, quindi, rallentamenti o riduzioni di corse. La riattivazione del secondo binario è prevista in tarda serata". Lo comunica Roma Servizi per la mobilità. (omniroma.it)

venerdì 23 luglio 2010

23 Luglio 2010. Aggiornamento delle 16:31

Il cavo tranciato all'altezza di Acilia ha danneggiato un Caf in transito e appiccato un principio di incendio alla vegetazione circostante.

Dei 6 treni Caf a disposizione il treno inidentao si aggiunge a quello ancora in riparazione dopo il deragliamento. Ne rimangono a disposizione 4.

23 luglio 2010. Aggiornamento delle 16:04

E' ancora fermo, sull'intera tratta, il servizio della Roma Lido per un inconveniente tecnico avvenuto nella stazione di Acilia. Bus sostitutivi tra le stazioni di Eur Magliana e Ostia Colombo. Tra Eur Magliana e Piramide, invece, si può utilizzare la linea B del metrò.

23 luglio 2010. Aggiornamento delle 15:56

Istituito un servizio navetta sostitutivo della Roma Lido.
Il guasto purtroppo non sembra verrà riparato a breve.

23 luglio 2010. Incidente sulla Roma Lido.

Sembra esserci stato un incidente sulla Roma Lido nel primo pomeriggio. Notizie frammentarie vi aggiorneremo appena possibile.

lunedì 5 luglio 2010

Venerdì 09 luglio trasporti a rischio.


Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Trasporti hanno indetto per venerdì prossimo, 9 luglio, uno sciopero di 24 ore del trasporto pubblico, che si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia previste dalla legge. La protesta in città interesserà le aziende Atac e Roma Tpl. Venerdì, quindi, le corse di bus, tram, metrò e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo saranno garantite da inizio servizio sino alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20. Saranno invece possibili disagi tra le 8,30 e le 17 e dalle 20 a fine corse.

Nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9, gli scioperi in programma potranno avere ripercussioni sul servizio dei bus notturni, le linee identificate con la lettera “n”.

Alla protesta di venerdì, potranno aderire anche verificatori, addetti alle biglietterie e ai parcheggi e ausiliari del traffico per l’intero turno di lavoro.

mercoledì 23 giugno 2010

Sciopero trasporti, venerdì 8,30-12,30 protesta la Filt Cgil

Nell’ambito dello sciopero generale nazionale indetto dalla Cgil, la Filt Cgil Roma e Lazio ha proclamato per venerdì prossimo 25 giugno una protesta di 4 ore, dalle 8,30 alle 12,30, che interesserà le aziende Atac e Roma Tpl. Durante l’agitazione non saranno garantite le corse di bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Al termine della protesta, le modalità dello sciopero prevedono che i mezzi coinvolti riprendano servizio dai depositi e dalle rimesse di appartenenza. Da qui, raggiungeranno le linee e/o capolinea di assegnazione, per poi riprendere le corse.
Alla protesta potranno aderire impiegati, ausiliari del traffico, verificatori e addetti alle biglietterie. Disagi saranno possibili anche per le attività al pubblico dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità: sportello al pubblico di via Ostiense 131/L; contact center infomobilità 0657003 (che assicurerà comunque le informazioni sul trasporto pubblico) e numero verde dedicato alle persone con disabilità 800154451; check point bus turistici e box Info Termini.

lunedì 14 giugno 2010

14 giu 2010. Tram 8, da stasera in strada bus navetta

Riprendono questa sera i lavori di sostituzione dei binari sulla circonvallazione Gianicolense. Dalle 20,30 l’Otto viaggia su bus lungo l’intero percorso. In Centro le navette fanno capolinea in via Florida e raggiungono viale Trastevere passando per via delle Botteghe Oscure, via del Teatro Marcello e lungotevere de’ Cenci.

martedì 8 giugno 2010

Scioperi: venerdì 11 giugno previste 3 proteste

Il sindacato di base Usb, nell’ambito dello sciopero nazionale proclamato da Rdb Trasporti, Sdl e Cobas, ha indetto per venerdì prossimo, 11 giugno, uno sciopero di 24 ore del trasporto pubblico, che si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia previste dalla legge. La protesta in città interesserà le aziende Atac e Tevere Tpl. Venerdì, quindi, le corse di bus, tram, metrò e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo saranno garantite da inizio servizio sino alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20. Saranno invece possibili disagi tra le 8,30 e le 17 e dalle 20 a fine corse.
Non solo la protesta dell’Usb. Venerdì 11, infatti, sempre tra le 8,30 e le 17 e poi dalle 20 a fine servizio, sono in programma altre due agitazioni: lo sciopero dell’Orsa nei servizi metroferroviari di Atac (metropolitana A e B, ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellan-Viterbo) e la protesta della Faisa Cisal in Tevere Tpl, società che gestisce 73 linee bus della periferia.
Nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11, gli scioperi in programma potranno avere ripercussioni sul servizio dei bus notturni, le linee identificate con la lettera “n”.
Alle proteste in programma nella giornata di venerdì, potranno aderire anche verificatori, addetti alle biglietterie e ai parcheggi e ausiliari del traffico.

giovedì 27 maggio 2010

Sciopero di domani 28 maggio rinviato.

Rinviato lo sciopreo delle maggiori organizzaioni idacali ma possibili diasgi da organizzazioni minori. Per la giornata di venerdì infatti restano confermati i due scioperi indetti dal SUL. Il primo dalle 8:30 alle 12:30 interesserà i mezzi Atac, quindi saranno possibili disagi per le linee bus e tram, metrò e ferrovie RM/lido, RM/Giardinetti e RM/Viterbo. Il secondo dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio, riguarderà invece una delle società del consorzio Tevere Tpl che gestisce le linee 077, 218, 702, 764, 767 e 768.

lunedì 17 maggio 2010

Oggi 17 maggio sciopero TPL

Oggi 17 maggio le linee di bus periferiche gestite dalla Tevere Tpl saranno interessate da uno sciopero di 24 ore indetto dalla Faisa Cisal. Lo comunica Roma Servizi per la Mobilità.Come sempre, in questi casi, verranno rispettate le fasce di garanzia previste dalla legge sugli scioperi. Il trasporto sarà quindi garantito dall'inizio del servizio al mattino fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. Interessate dalla protesta anche le 27 linee notturne a partire dalle prime corse nella notte tra domenica e lunedì. Regolari, invece, sia le linee di bus e tram che le due linee del metrò e le tre ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo gestite da Atac.Nel dettaglio, le linee di bus interessate dallo sciopero: C1, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 044, 051, 053, 056, 057, 059, 077, 078, 088, 146, 213, 218, 220, 222, 232, 314, 343, 344, 404, 437, 444, 447, 449, 502, 503, 511, 543, 546, 552, 554, 557, 657, 663, 701, 702, 763, 764, 767, 768, 771, 775, 777, 778, 808, 881, 889, 892, 907, 912, 982, 983, 984, 985, 992, 997 e 998.

mercoledì 12 maggio 2010

Roma-Lido, si blocca treno: passeggeri abbandonati

ROMA (11 maggio) - Problemi sulla linea Roma-Lido: un guasto questa mattina alle 7 ha bloccato i treni in direzione della capitale, lasciando a piedi i pendolari che sono scesi dai vagono e hanno cercato un'alternativa per raggiungere Roma. Il racconto denuncia arriva dal Codacons. «Tutto ciò - spiega il vicepresidente Codacons, Giovanni Pignoloni, presente a bordo al momento del guasto presso la stazione Tor Di Valle - in un clima di totale incertezza, con i viaggiatori lasciati senza informazioni e costretti a prendere mezzi alternativi e subire ingenti ritardi. Disservizio che ha causato pesanti disagi ai cittadini, che a quell'ora utilizzano la linea per recarsi a scuola o a lavoro. Il Codacons, invita i passeggeri che, a causa del disservizio, abbiano subito danni, a rivolgersi all'associazione per avviare le dovute azioni di risarcimento nei confronti dell'Atac».L'Atac: otto corse cancellate. Nel pomeriggio l'Atac in un comunicato ha spiegato che «questa mattina, tra le 7 e le 9, un inconveniente tecnico agli impianti di circolazione della stazione di Porta San Paolo ha provocato forti rallentamenti nel servizio e ha ritardato gli arrivi al capolinea di Roma. Per permettere ai tecnici di ripristinare la funzionalita degli impianti e ai treni di circolare, comunque, in sicurezza, dalle 7 in poi, quattro convogli sono stati limitati nella stazione di Eur Magliana dove i viaggiatori hanno potuto utilizzare il metro per proseguire verso Porta San Paolo e il Centro. Altre otto corse, a causa del ritardo accumulato dai convogli, sono state cancellate. Non risultano treni limitati nella stazione di Tor di Valle»
fonte Il Messaggero.
seguici anche su Facebook

martedì 11 maggio 2010

Ritardi e corse saltate.

In questi giorni molti degli utenti della linea, specie nelle fascie orarie più critiche, hanno riscontrato numerosi ritardi e corse saltate, stiamo indagando con Atac per capirne le cause. Anche nella mattinata di oggi i ritardi sono stati consistenti con treni affollati e disagi anche sulle banchine. Dal momento che risulta difficile avere risposte segnalando in maniera non esaustiva un "ritardo" invito tutti voi pendolari a scrivermi a presidenza@iltrenino.info o sul gruppo Facebook segnalando l'ora e il giorno della corsa saltata o in ritardo, possibilmente anche la stazione così da fare segnalazioni circostanziate a cui sia impossibile non rispondere.

Grazie,

Andrea Angeletti

lunedì 3 maggio 2010

Sciopero giovedì mercoledì 05 maggio 2010

E’ stato confermato, dal Coordinamento Macchinisti Metro Roma, lo sciopero di 4 ore proclamato per il prossimo 5 maggio.

Dalle 11 alle 15 di mercoledì, quindi, saranno possibili interruzioni di servizio o soppressioni di corse per le metropolitane A e B e per le ferrovie urbane Roma – Lido, Roma – Civitacastellana - Viterbo e Termini – Giardinetti.

Nella stessa fascia oraria, la protesta interesserà anche sei linee della Tevere Tpl, per una agitazione indetta dal Sul. Corse a rischio per i collegamenti 077, 218, 702, 764, 767 e 768.

mercoledì 7 aprile 2010

martedì 23 marzo 2010

Sciopero revocato per domani 24 marzo

Risultano revocati i tre scioperi indetti per domani 24 Marzo.

lunedì 22 marzo 2010

Mercoledi 24 marzo ben tre gli scioperi indetti

(ASCA) Mercoledì 24 marzo sono in programma a Roma tre scioperi che coinvolgeranno la metropolitana, le tre ferrovie per Ostia, Giardinetti e Civitacastellana-Viterbo e alcune linee bus della zona sud della citta'. Lo comunica l'Agenzia Roma Servizi per la Mobilità.

Per quella giornata, il Coordinamento Macchinisti Metro Roma ha proclamato uno sciopero di 24 ore che si svolgera' nel rispetto delle fasce di garanzia. La protesta sara' cosi' articolata in due fasi, dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.



Nella stessa giornata del 24 marzo avrà luogo anche la protesta indetta dalle 8,30 alle 12,30 dalla Filt-Cgil e che interesserà le centrali di controllo delle metropolitane A e B e delle ferrovie urbane.



Il terzo sciopero di mercoledi' 24 marzo, anche questo indetto dalla Filt-Cgil della rimessa di Acilia, sempre dalle 8,30 alle 12,30, potrebbe avere ripercussioni sui collegamenti 01, 03, 04, 04B, 05, 05B, 06, 08, 09, 011, 012, 013, 014, 015, 016, 017, 018, C19, 061, 063, 064, 065, 066, 070, 071, 072, 076, 700, 704, 705, 709, 762 e 791.

mercoledì 10 marzo 2010

Scandaloso ATAC


Segnaliamo con disappunto che sul sito dell'ATAC non sono ancora disponibili informazioni su quanto avvenuto ieri notte. Non è possibile avere notizie sulla regolarità del servizio ormai quasi 10 ore dopo l'incidente. Cari responsabili ATAC ancora tutti a letto ???

Deragliamento Roma Lido. Aggiornamento 4

Il deragliamento avvenuto ieri notte sarebbe stato dovuto al distacco della linea aerea. Coinvolte due "Frecce Del Mare" treni non nuovi a tali tipi di incidenti. Il Comitato chiede ufficialmente di essere ascoltato dalla commissione trasporti del Comune di Roma per denunciare i mille problemi di questi convogli revampati sì, ma con milioni di chilometri sulle spalle. Treni che oscillano in corsa, con frequenti guasti ina particolare la segnalazioni di guasti alle portine quando incontrano treni in direzione opposta che costringono a fermare la corsa. Chiediamo che i responsabili garantiscano sulla sicurezza dei convogli e aggiornino sugli investimenti in atto sia sul materiale fisso che rotabile.

Deragliamento Roma Lido. Aggiornamento 3

Su LEGGO la prima foto disponibile per l'incidente, lo stesso giornale riporta inoltre una dichiarazione dei VV.FF. che ipotizzano come causa un guasto alla linea aerea.

Deragliamento Roma Lido. Aggiornamento 2

L'incidente sarebbe stato causato dall'ultimo vagone di uno dei due convogli coinvolti, che si sarebbe staccato in corsa per cause da chiarire urtando con la motrice del treno che sopraggiungeva in direzione opposta.

Deragliamento Roma Lido. Aggiornamento

In questo momento il Messaggero ha confermato l'incidente avvenuto alle 23 circa tra due convogli nei pressi della stazione Colombo. L'incidente ha coinvolto 2 vetture che si sono urtate. Feriti gravemente il macchinista e altre 3 persone. Nessuna è in pericolo di vita. I feriti sono stati condotti all'ospedale Grassi mentre sul posto sono presenti il 118 e i VV.FF. per verificare la dinamica dell'incidente e assistere i feriti.

martedì 9 marzo 2010

Deraglia un convoglio della Roma Lido

In serata si è avuto un deragliamento di un convoglio della Roma Lido. Vi terremo aggiornati sulla situazione non appena disponibili maggiori informazioni. Già nel febbraio 2007 vi fu un incidente analogo con un treno deragliato in uscita da porta san paolo alle 7:40 del mattino, fortunatamente data la bassa velocità non vi furono feriti.

domenica 7 marzo 2010

Foto storiche: l'antica stazione del Piacentini


Venerdì 12 marzo sciopero dei mezzi

Venerdì prossimo, 12 marzo, nell'ambito dello sciopero generale nazionale proclamato dalla Cgil, in città il servizio di trasporto pubblico sarà interessato da una protesta di quattro ore, dalle 9.30 alle 13.30. Dalle 9.30 alle 13.30 di venerdì, dunque, non saranno garantite le corse di bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Le modalità dello sciopero prevedono che, al termine della protesta, i mezzi coinvolti riprendano servizio dai depositi di appartenenza. Da qui, raggiungeranno le linee e/o capolinea di assegnazione, per poi riprendere le corse. Allo sciopero di venerdì potrebbero aderire sempre dalle 9.30 alle 13.30, verificatori e addetti alle biglietterie; nelle tre ore di ogni fine turno, impiegati e ausiliari del traffico.(APCOM)

venerdì 19 febbraio 2010

Aggiornamento sciopero

Chiuse le linee A e B della metropolitana di Roma e le ferrovie Termini/Giardinetti, Roma/Lido. Chiuso il tratto urbano Flaminio-Montebello della Roma Viterbo. Sul tratto extraurbano i treni partiti prima di inizio sciopero completano la corsa; poi il servizio viene sospeso.

mercoledì 17 febbraio 2010

Dettagli sullo sciopero del 19 febbraio

Venerdi' 19 febbraio il trasporto pubblico romano sara' interessato dallo sciopero nazionale di quattro ore proclamato da Filt-Cgil., Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Or.S.A. e Fast. Nel Lazio la fascia oraria a rischio sara' quella compresa tra le 8,30 e le 12,30, quando bus, tram, metropolitane e ferrovie regionali Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Roma-Giardinetti potrebbero fermarsi. Alla protesta potranno aderire nelle ultime tre ore del proprio turno di lavoro, anche verificatori, addetti di stazione, ausiliari del traffico Atac e gli impiegati dei servizi al pubblico come lo Sportello permessi di via Ostiense 131L e il Call center 06-57003.

30 posti di lavoro alla Metro C Spa

. La nuova società di progetto della Metro C nasce nel 2006 dall'unione di cinque grandi imprese e ha come soci Astaldi, Vianini lavori, Cmb, Ansaldo trasporti e Consorzio cooperative costruzioni. La società ha 380 dipendenti, tra amministrativi, tecnici e addetti alto scavo meccanizzato delle gallerie. E l'anno scorso ha assunto circa trenta persone. Per i dipendenti il contratto generalmente varia da quello a tempo, determinato, indeterminato, di collaborazione o interirtale. Ma quali sono, nel 2010, le possibilità di inserimento per chi vuole candidarsi? «Attualmente - spiega a "Lavorare" Elio Dell'Erario, responsabile amministrativo e direttore delle risorse umane di Metro C – la ricerca è concentrata sulle figure e sui profili indicati sul sito aziendale con contratti a termine al massimo di venti mesi». Per quanto riguarda i più giovani l'azienda collabora con le università romane Sapienza, Tor Vergata e Luiss. I ragazzi hanno la possibilità di svolgere uno stage che può andare dai tre ai sei mesi, anche per l'ultimazione della tesi. E vengono seguiti da un tutor per tutta la durata del tirocinio ed inseriti principalmente nei settori tecnico e amministrativo. In ogni caso tutte le candidature inviate non vengono mai scartate ma sono inserite nel database dell'azienda per eventuali, future necessità.

Candidature sul sito internet www.metrocspa.it

lunedì 15 febbraio 2010

Venerdì 19 febbraio 2010. Sciopero dei trasporti

Venerdì 19 febbraio il trasporto pubblico romano sarà interessato dallo sciopero nazionale di quattro ore proclamato da Filt-Cgil., Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Or.S.A. e Fast. Nel Lazio la fascia oraria a rischio sarà quella compresa tra le 8,30 e le 12,30, quando bus, tram, metropolitane e ferrovie regionali Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Roma-Giardinetti potrebbero fermarsi. Alla protesta potranno aderire nelle ultime tre ore del proprio turno di lavoro, anche verificatori, addetti di stazione, ausiliari del traffico Atac e gli impiegati dei servizi al pubblico come lo Sportello permessi di via Ostiense 131L e il Call center 06-57003.
(Così c'è chi fa ponte... ! )

Scioperi: ripartono proteste nei trasporti, rischio disagi in settimana

Ripartono gli scioperi nei trasporti, con il conseguente rischio di disagi nel settore aereo e in quello del trasporto ferroviario e locale. La prima protesta della settimana e' quella indetta per martedi' 16 febbraio. E', infatti, confermato lo sciopero di piloti e assistenti di volo, dalle 10 alle 14, proclamato dalla Filt-Cgil e dalle associazioni del personale navigante Ipa, Avia e Anpac. Si tratta del primo sciopero da quando e' nata la nuova Alitalia: i precedenti tre tentativi, nei mesi scorsi, sono andati a vuoto a seguito delle ordinanze del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli. (Adnkronos)
Dettagli su modalità e partecipazioni saranno resi disponibili appena possibile qui e tramite mail a gli iscritti al gruppo facebook (clicca per iscriverti).

giovedì 4 febbraio 2010

lunedì 1 febbraio 2010

Assunzioni a Roma per la Metro B1

La Seli (Società esecuzioni lavori idraulici) incrementa l'organico per la costruzione della linea sotterranea. Venti gli inserimenti previsti, tra tecnici e operai altamente specializzati, gruisti e perforatori. Candidature via e-mail. Nelle fondamenta della Città eterna si nascondono, oltre alle meraviglie dell’Impero, venti nuove assunzioni. Per la costruzione della linea Metro B1, il colosso dell’edilizia Seli (Società Esecuzioni Lavori Idraulici) ha deciso di incrementare il suo organico. La conferma viene dall’ingegnere Marco Sem, uno dei responsabili delle selezioni: «Siamo alla ricerca di una o due figure tecniche come ingegneri civili, meccanici o idraulici e responsabili elettrici e meccanici – spiega – i restanti inserimenti riguardano la manovalanza, sia per operai altamente specializzati per la conduzione delle macchine, sia per ruoli minori come gruisti e perforatori». Specializzata nello scavo meccanizzato di gallerie, l’azienda ha le sue sedi principali a Roma e Aprilia. E le selezioni puntano sui giovani. Mentre per la maggior parte delle aziende del settore le figure ricercate si aggirano solitamente attorno ai 35-40 anni, Seli preferisce arruolare i meno esperti, anche per i ruoli tecnici. La scelta del gruppo nasce dalla necessità di formare i propri dipendenti nell’utilizzo di macchine create e brevettate dalla stessa società. «Proprio per questo motivo – continua Sem – optiamo per un periodo di prova di sei mesi più sei, valido anche come formazione, prima dell’inserimento definitivo». La manovalanza, invece, viene generalmente assunta a tempo determinato, secondo le tempistiche della commessa. I dipendenti possono usufruire anche di vitto e alloggio. Buone possibilità anche per laureandi, neolaureati, disegnatori e periti minerari che possono effettuare uno stage che va da uno a sei mesi, anche per la preparazione della tesi. Non si esclude, per loro, un successivo inserimento definitivo. Candidature all’indirizzo di posta elettronica curriculum@selitunnel.com

sabato 30 gennaio 2010

Primi freddi e primi… salti di corse

Riportiamo il resoconto dell'Agenzia Stampa AGR.

(AGR) Ritardi e salti di corse sulla Roma-Lido. Responsabili del caos e dei disservizi, sono state le portiere delle Frecce del mare, le cui aperture idrauliche sono rimaste bloccate per il freddo che aveva congelato i circuiti, bloccando le portiere ed il servizio. “Abbiamo più volte sollecitato l’azienda – spiega Chiatti, delle Rsu-Met.ro - a prevedere ricoveri per i treni o, comunque, ad intervenire sul sistema idraulico per evitare il formarsi del ghiaccio. E’ sufficiente che un solo comando di apri-porte non funzioni a far saltare la corsa. Per ragioni di sicurezza il sistema adottato più volte in passato di svuotare il vagone con le portiere in tilt, può essere adottato solo su responsabilità del macchinista. E, logicamente, non tutti se la sentono”. “E’ una questione conosciuta – ricorda Angeletti, presidente del Comitato pendolari della Roma-Lido – da tempo. Del resto, siamo sempre stati contrari al riutilizzo dei vecchi treni della linea B, trasformati in Frecce del mare, ma con oltre trenta anni d’esercizio. Sono anni che ai primi freddi i treni si bloccano per il freddo. Fortunatamente a Roma la temperatura non scende mai al di sotto dello zero, ma quando accade, il fatto si ripercuote subito sul funzionamento dei treni. Servirebbero dei ricoveri per le motrici, o comunque, ipotizzare un intervento tecnico e modificare i congegni che comandano la chiusura porte”.

giovedì 28 gennaio 2010

Il freddo ferma i treni della Roma Lido

Corse saltate causa guasti alle portine idrauliche dei treni (specie delle Freccie del Mare) aggravati dalle basse temperature. Numerose le segnalazioni di corse saltate e ritardi.
Il personale dichiara di aver segnalato più volte il rischio che con le basse temperature tali problemi, pur preesistenti si sarebbero aggravati ma l'azienda non ha dato risposte essendo più orientata a far quadrare il budget che non ad assumersi il ruolo di servizio pubblico.

lunedì 18 gennaio 2010

Merciledì 20 gennaio sciopero della metro e delle ferrevie regionali

Il coordinamento macchinisti Metro Roma e l'Orsa trasporti Lazio hanno proclamato uno sciopero di 24 ore per mercoledi' 20 gennaio. La protesta coinvolgera' solo i lavoratori Atac delle linee A e B della metro e le ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Il servizio sara' garantito dal suo inizio fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Treni a rischio, invece, tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 al termine del servizio. (ANSA)

mercoledì 13 gennaio 2010

CHIUSA CONFERENZA SERVIZI PER NUOVA STAZIONE ACILIA SUD

"La direzione regionale Trasporti ha dichiarato definitivamente concluso il procedimento della Conferenza dei Servizi relativa al progetto definitivo per la realizzazione della nuova stazione di Acilia Sud e del nuovo fabbricato viaggiatori presso la fermata di Tor di Valle, lungo la linea ferroviaria regionale Roma - Lido di Ostia. L'iter amministrativo ha consentito di acquisire intese, pareri, concessioni autorizzazioni, licenze e nulla osta da parte dei Ministeri, degli Enti e dei soggetti interessati alla realizzazione degli interventi. La direzione ha inoltre approvato il progetto definitivo dei lavori dichiarandolo di pubblica utilità ai sensi delle normative vigenti. Per i due interventi è prevista una spesa totale di 8 milioni e 600 mila Euro. La Regione Lazio utilizzerà i fondi previsti dall'Accordo di Programma tra Stato e Regione del 2002 e i fondi relativi alla legge n. 297/1978 per gli interventi ferroviari. Toccherà ora alla società Metro, gestore del servizio e stazione appaltante, provvedere alla gara d'appalto per la redazione del progetto esecutivo e per la realizzazione delle opere relative alla Nuova Stazione di Acilia Sud e al nuovo fabbricato viaggiatori di Tor di Valle. L'apertura dei cantieri è prevista per la metà del 2010". Lo comunica, in una nota, l'assessorato alla Mobilità della Regione Lazio. (omniroma.it)

Possibile acquistare il titolo di viaggio con un SMS

Grazie ad un accordo tra PosteMobile e ATAC, da oggi nella citta' di Roma e' possibile acquistare il Biglietto Integrato a Tempo (BIT) direttamente dal cellulare. Per utilizzare il servizio e' necessario associare la propria SIM PosteMobile al proprio strumento di pagamento BancoPosta, conto corrente e/o carta prepagata Postepay. Effettuata l'associazione in qualsiasi ufficio postale, sara' sufficiente entrare nel menu dei "Servizi Semplifica" della SIM PosteMobile e seguire alcune semplici indicazioni: selezionare la voce "Acquista e Paga"; selezionare lo strumento di pagamento (Conto BancoPosta o Postepay associati alla SIM); digitare "Atac" nel campo "Nome Azienda"; digitare "BIT" nel campo "Codice Prodotto"; inserire "1" (corrispondente a 1 euro, cioe' il costo del BIT) nel campo "Importo" e inserire il codice personale dispositivo PMPIN a conferma dell'operazione. E il biglietto e' fatto! A conferma dell'avvenuta transazione il cliente ricevera' un SMS gratuito che riportera': il codice del BIT acquistato, data e ora dell'operazione e il periodo di validita' del biglietto. Il costo di 1 ? relativo al prezzo del biglietto sara' addebitato sullo strumento di pagamento BancoPosta (c/c o carta Postepay) utilizzato per la transazione mentre il costo di 6 cent (Iva inclusa) relativo all'accesso da SIM PosteMobile ai sistemi di pagamento BancoPosta sara' addebitato sul credito telefonico residuo del cliente. E' consigliato attendere di ricevere l'SMS di conferma prima di salire sul mezzo Atac: l'SMS ricevuto servira' infatti per dimostrare l'acquisto del biglietto in caso di controlli del titolo di viaggio a bordo. Per cio' che attiene invece l'accesso in metropolitana sara' sufficiente mostrare al personale di servizio del box di stazione il codice visualizzato sul cellulare che, se riconosciuto come valido, consentira' l'apertura del varco. Per le tratte Roma-Lido e Roma-Viterbo, il servizio di acquisto del BIT SMS sara' utilizzabile a partire dal secondo trimestre del 2010, al termine della fase di aggiornamento e perfezionamento del sistema.(AGI)

lunedì 4 gennaio 2010

Rinnovata la CARD over 70. Inclusa anche la Roma Lido

Anche per il 2010, il Comune di Roma aderisce al progetto di agevolazione tariffaria della Regione Lazio, che prevede la gratuita' del trasporto pubblico per i residenti a Roma che abbiano dai 70 anni in su e un reddito, calcolato col parametro Isee, non superiore a 15mila euro. Lo riferisce in una nota Atac sottolineando che per il calcolo dell'Isee e' possibile rivolgersi a strutture di consulenza come Caaf e patronati.
L'agevolazione, la ''Card Over 70'', e' valida, nell'ambito del Comune di Roma, su bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo (fino a Sacrofano). Chi e' in possesso della ''Card Over 70'' 2009, ricevera' da Atac il titolo 2010 direttamente a casa.
Fino all'arrivo della nuova tessera e comunque fino al prossimo 31 gennaio, sara' comunque possibile circolare sui mezzi di trasporto pubblico con la Card 2009 e un documento di riconoscimento, entrambi da esibire ai varchi di accesso del metro' e delle ferrovie Roma-Lido e Roma-Civitacastellana-Viterbo, o in caso di controlli. Dal 1 febbraio, per coloro che non avessero ancora ricevuto la tessera, sara' possibile richiederla in nove biglietterie Atac.