domenica 18 gennaio 2009

Allo sciopero si somma il divieto di circolazione per lo smog

"Dalle 7.30 alle 20.30 di domani, lunedì 19 gennaio, non potranno circolare all'interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”. Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti nelle stazioni di Francia, Fermi, Arenula, Preneste, Magna Grecia, Cinecittà, Bufalotta, Cipro e Tiburtina. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera. " Fonte ATAC

Crediamo che in una giornata di sciopero, con inevitabil disagi per la circolazione, il Sindaco doveva derogare al divieto alle auto inquinanti di entrare nella zona verde. Il blocco della circolazione andava rimandato a una giornata non eccezionale per il trasporto pubblico. Per tutelare l'ambiente occorre aumentare gli investimenti sul trasporto pubblico e non ricorrere a giornate di blocco che si dimostra spesso inefficaci. Si parta da un segnale concreto sulla Roma Lido facendo in modo che la gestione passi dalla Regione al Comune e che venga dato il nome di linea E alla Roma Lido.

Nessun commento:

Posta un commento