venerdì 24 ottobre 2008

Treni Caf - Videosorveglianza

Questo impianto, insieme a quello di climatizzazione, costituisce una delle maggiori innovazioni per quanto riguarda le aspettative dei passeggeri.Di fatto, i nuovi convogli destinati alla linea “A” della metropolitana sono dotati di una serie di dispositivi destinati a garantire la sicurezza e l’informazione dei viaggiatori tra cui alcuni, con tecnologia video, di caratteristiche innovative.
L’impianto di diffusione sonora, che è dotato di regolazione automatica del volume nei messaggi acustici in funzione della rumorosità, permette principalmente le comunicazioni tra il macchinista e i passeggeri, la comunicazione tra le due cabine del medesimo convoglio nonché le comunicazioni con la Direzione Centrale del Traffico attraverso l’impianto radio.Tale impianto può anche diffondere messaggi digitalizzati (ad esempio quelli relativi all’avvisatore automatico delle stazioni), ed altri messaggi preregistrati, selezionati dal conduttore. Ogni veicolo di estremità del convoglio è corredato, sul frontale della cabina dietro il parabrezza, di un indicatore frontale con moderna tecnologia LED. Gli indicatori consentono di visualizzare i messaggi preregistrati che comprendono la destinazione e il numero del treno. Il numero di caratteri è di 18, con una altezza di 100 mm.L’impianto sonoro e visivo di annuncio automatico delle stazioni garantisce l’emissione di annunci sonori e visivi sincronizzati ad alta qualità, trasmessi alcuni secondi prima che il convoglio si arresti in stazione. Ogni veicolo è equipaggiato con due display, indicatori con tecnologia LED, disposti sulle estremità del veicolo, sulla parte superiore dell’intercomunicante. Questi indicatori riportano automaticamente il nome della prossima stazione, il lato di apertura delle porte oltre ad altri eventuali messaggi.Ogni indicatore raffigura 16 caratteri alfanumerici di altezza 50 mm e due frecce che indicano il lato di apertura delle porte.I convogli sono dotati di un sistema di video sorveglianza, costituito da due telecamere poste sulle estremità di ciascun veicolo, in modo da permettere al conducente di visualizzare l’interno dell’intero convoglio mediante un monitor a colori collocato in ciascuna cabina, con la possibilità di registrare il segnale video.Inoltre, il medesimo sistema sopra descritto è integrato con l’impianto di telecamere di ausilio al controllo dell’apertura delle porte.Questo impianto prevede l’installazione di quattro telecamere per treno, due per ogni lato del treno. L’impianto di video informazione, tecnologicamente il più innovativo, consente la trasmissione di immagini video tra terra e treno e quindi la visualizzazione su una serie di monitor installati in ciascun veicolo (6 nei veicoli di estremità ed 8 in quelli intermedi) di messaggi video di diversa tipologia e finalità.Potranno essere trasmessi, infatti, messaggi video aggiornabili in tempo reale, sia con contenuti informativi vari (ultime notizie, informazioni sul servizio o sul traffico, informazioni meteorologiche, ecc.), sia anche a carattere prevalentemente di svago o passatempo.

Nessun commento:

Posta un commento