lunedì 20 ottobre 2008

Scontro fra due tram a Roma,torna la «maledizione» dell'8

Non c'è pace per i passeggeri del tram 8 a Roma. Lunedì mattina un mezzo della linea è uscito dai binari, scontrandosi contro un altro veicolo. L'Atac, la municipalizzata di Roma, precisa che nessuno a bordo è rimasto ferito. Il tram 8 diretto a Casaletto è uscito con la parte posteriore dai binari, urtando un altro 8, fermo alla fermata della stazione Trastevere. Quest'ultimo, orientato in direzione opposta verso il capolinea largo di Torre Argentina, è stato a sua volta spinto fuori dai binari. Né i passeggeri, né i conducenti sono rimasti feriti ma la circolazione ne ha risentito. Per poco più di due ore e mezza, tra la stazione di Trastevere e il capolinea di Casaletto, sono stati in servizio dei bus-navetta

L'INCUBO DELL'8 - Quella della linea 8 è una lunga storia, che molto probabilmente non dice nulla ai non-romani ma che per molti cittadini della capitale ha assunto i contorni dell'incubo tanto che il tram 8, un jumbo di nuova generazione, è stato soprannominato «trambotto». Tanti gli incidenti e i problemi, ormai decennali, tanto che nel 1999 l'Atac - in occasione dell'ennesimo scontro - aveva sottolineato che «dei tanti incidenti avvenuti sulla linea dell'8, solo in un caso la colpa è stata di un autista del tram». In Rete è tutto un pullulare di notizie sul famigerato tram, denunciando i malfunzionamenti dei semafori e la scarsa illuminazione notturna: nel '98 un tram viene urtato da un motorino che cerca di fare inversione passando con il semaforo rosso. Il conducente del motorino, di 18 anni, viene ricoverato in gravi condizioni. Nel '99 una donna è ricoverata in gravi condizioni dopo essere stata investita da un tram della linea 8: nell'incrocio c'era un semaforo, ma inattivo. Lo stesso anno a piazzale Durante un'ambulanza che trasporta un malato in gravi condizioni verso l'ospedale San Camillo si scontra in fase di sorpasso nella corsia preferenziale con un tram. Il paziente ha un infarto e muore poco dopo in ospedale

«TROPPI GUASTI E AVARIE» - Nel 2000 un giovane muore e altre tre persone restano ferite in un incidente notturno tra un'auto e un tram 8. Lo stesso anno scontro fra due tram in viale Trastevere: feriti in modo lieve un conducente e dieci passeggeri. Nel 2001 al Casaletto un tram urta una barriera in ferro, cadendo sulla via sottostante proprio mentre passava un'auto: 27 feriti. La causa sarebbe stata un malore del tranviere. Nel 2002 una donna che attraversava la Circonvallazione Gianicolense, è stata investita dal tram all'altezza dell'ospedale San Camillo. Nel 2006 nonna e nipote sono stati travolti sempre sulla Circonvallazione Gianicolense. «Troppi incidenti, troppi deragliamenti, troppi guasti e avarie - aveva denunciato allora Ivano Giacomelli, segretario nazionale di Codici (Centro per i diritti dei cittadini) -, urge una verifica della linea, delle vetture e delle risorse umane».

fonte Corriere Della Sera

1 commento:

  1. Togliamolo questo 8 maledetto, restituiamo la strada alle automobili che, con un percorso più ampio, avranno più possibilità di manovra....
    Scherzo!!!!
    Era solo per allinearmi alla mentalità dell'attuale giunta.

    RispondiElimina